«Professionalità, cultura del servizio e concretezza sono “linguaggi” che non conoscono frontiere e superano qualsiasi nazionalità»

 

Riqualificazione della ex S.S. 236 “Goitese” 

Costruzione della Tangenziale Nord al centro abitato di Guidizzolo

 

Location: Medole e Guidizzolo (MN)

Committente:  Provincia di Mantova
Tipo di incarico: Collaudo Statico e Tecnico Amministrativo
Periodo di esecuzione dei servizi:  2017 - in corso
Importo dei lavori: € 27,8 milioni

 




   

L’intervento riguarda la costruzione dell’opera denominata “Variante di Guidizzolo ex S.S. 236 Goitese, Tangenziale Nord al centro abitato" e si sviluppa tra i Comuni di Medole e Guidizzolo in Provincia di Mantova.

Oltre a tutto il collegamento stradale da realizzarsi, saranno inoltre eseguite le seguenti opere d'arte che sono divisibili in: Opere d’arte principali, Opere di sostegno e Opere d’arte minori.

Opere d’arte principali

-  Galleria artificiale svincolo via S. Cassiano: lo svincolo è realizzato mediante una rotatoria posta a piano campagna e che si connette mediante quattro rampe alla tangenziale che ivi sarà realizzata in trincea. Si è adottata la soluzione della  galleria  artificiale perché risulta essere meno impattante dal punto di vista paesaggistico e perché consente di evitare la realizzazione di due sovrappassi ravvicinati; tale soluzione risulta inoltre più sicura di quella precedente concepita in quanto consente di realizzare a  piano campagna l’aiuola centrale della rotatoria della viabilità secondaria, che invece – nella precedente  concezione – avrebbe presentato due sovrappassi separati da un vuoto centrale.

-  Sovrappasso strada comunale via S. Cassiano: si è previsto di realizzare il manufatto con elementi prefabbricati pre-articolati; tale soluzione consente di poter alloggiare sulla soletta del manufatto realizzato con archi prefabbricati la strada in oggetto, ma anche i due canali richiesti dal Consorzio di Bonifica, evitando in tal modo la costruzione di altri due ponti canale.

-  Sovrappasso strada comunale “Tomasina”: la soluzione tecnica adottata in questo caso è differente da quella precedentemente concepita per poter alloggiare sulla soletta del sovrappasso anche il canale dei dispensatori ed evitare di dover realizzare due opere di scavalcamento affiancate.

-  Galleria artificiale svincolo S.P. n° 15: lo svincolo è realizzato mediante una rotatoria posta a piano campagna e che si connette mediante quattro rampe alla tangenziale che ivi sarà realizzata in trincea.  Si è adottata la soluzione della galleria artificiale perché risulta essere meno impattante dal punto di  vista  paesaggistico e perché consente di evitare  la  realizzazione di due sovrappassi  ravvicinati;  tale soluzione risulta inoltre più sicura di quella precedente concepita in quanto consente di realizzare a piano campagna l’aiuola centrale della rotatoria della viabilità secondaria, che invece – nella precedente  concezione – avrebbe presentato due sovrappassi separati da un vuoto centrale.

-  Sottopasso per la S.P.  n° 14: soluzione tecnica diversa da quella precedentemente concepita del manufatto scatolare in opera; si prevede la realizzazione di pareti di diaframmi, di una soletta di fondo tra le pareti di “berlinesi” e di pareti di contro-fodera per garantire l’impermeabilità del manufatto. La suddetta soluzione tecnica si è adottata al fine di ridurre per quanto possibile i disagi ai residenti nel tratto interessato dai lavori del manufatto e per evitare di realizzare scavi molto profondi, con scarpate fino a ridosso delle abitazioni che costeggiano la strada provinciale in parola.

-  Ponte sul canale Virgilio: il ponte sul canale Virgilio è stato modificato per il tipo di sezione in c.a.p.  dell’impalcato e sono state adeguate le dimensioni delle sue spalle alla nuova geometria dell’impalcato.

-  Viadotto Sovrappassante la Rotatoria di “Cascina Ridellino”: Nella previsione della futura realizzazione del sovrappasso, il tratto di tangenziale in viadotto a scavalco dello svincolo diconnessione alla viabilità secondaria è stato leggermente modificato con tratti di luce uguale e con un impalcato in c.a.p. a fili aderenti di sezione costante lungo la campata. La forma delle pile e delle spalle è stata adeguata alla forma dell’impalcato.

-   Il tracciato delle opere idrauliche della Variante al fosso Re e della modifica del Canale Primario di Mariana, è stato adeguato alla disposizione delle pile del Viadotto.

-  Opere di sostegno del rilevato di accesso al Viadotto Sovrappassante la Rotatoria di “Cascina - Ridellino”: Nella previsione della futura realizzazione del sovrappasso, per quanto riguarda i rilevati di accesso, sono state previste delle opere di sostegno mediante l’impiego di terre rinforzate.

Opere di sostegno

-  Opere di sostegno delle rampe dello svincolo di via S. Cassiano: adottata la soluzione con muri prefabbricati invece che in opera per favorire una maggiore velocità di esecuzione e una riduzione deicosti.

-  Opere di sostegno delle rampe dello svincolo S.P. 15: adottata la soluzione con muri prefabbricati invece che in opera per favorire una maggiore velocità di esecuzione e una riduzione dei costi.

Opere d’arte minori

-  Sottopasso del ponte sul canale sul Virgilio: manufatto richiesto dal Consorzio di Bonifica per dare continuità alla strada arginale di manutenzione del medesimo canale Virgilio.

-  Sottopasso in corrispondenza del dispensatore “L”: manufatto richiesto dal Consorzio di Bonifica per poter intervenire tempestivamente sulla rete dei dispensatori, evitando di dover percorrere lunghi tragitti per passare da una parte all’altra della tangenziale. Ponte canale sul sottopasso della S.P. n° 14: manufatto necessario per assicurare la continuità del “Canale di variante del fosso Re”.

-  Ponte canale sul “Canale sul Virgilio”: manufatto necessario per assicurare la continuità del “Canale di variante del fosso Re”.

-  Manufatto scatolare di attraversamento della S.P. n° 15: manufatto  necessario  per  assicurare  la  continuità del “Canale di variante del fosso Re”.

-  Manufatti scatolari di attraversamento della rotatoria di “Cascina Ridellino”: manufatti necessari per assicurare la continuità del “Canale di variante del fosso Re”.

-  Manufatto scatolare di attraversamento dell’incrocio per Selvarizzo: manufatto necessario per assicurare la continuità del “Canale di variante del fosso Re”.

-  Tombinatura del “Canale Primario di Mariana”: manufatto di deviazione del canale per evitare interferenza con il rilevato del viadotto (problematica segnalata anche dal Consorzio di Bonifica Alta e Media Pianura Mantovana).

-  Ponte “Perani” in località “Cascina Trenta”: manufatto richiesto dal Consorzio di Bonifica perché quello attuale è di dimensioni insufficienti a garantire lo scarico delle acque della Variante al fosso Re.

-  Canaletta pensile di convogliamento a Sud delle acque provenienti dalla zona Nord: opera necessaria ad allontanare dalla tangenziale parte delle acque di deflusso pluviale.

- Tombinatura in corrispondenza del dispensatore “M”: manufatto richiesto dal Consorzio di Bonifica per dare continuità al dispensatore M.

Cronologia
2017-novembre: affidamento incarico




Opere stradali e autostradali - Opere ferroviarie e idrauliche - Opere di edilizia scolastica e sanitaria -
Opere di edilizia sportiva ed industriale - Opere di edilizia direzionale, commerciale e residenziale - Strutture speciali in c.a., c.a.p. e metalliche – Verifiche sulla progettazione delle opere ai fini della Validazione

Sede Legale:  Viale dell'Industria, 38 - 37135 Verona - Tel. e Fax +39 045 58 22 11 - 58 44 11
Iscritto alla sezione ordinaria R.I. di VR  n. /C.F. 02244440232 -  REA 344904  - Cap. Soc. € 50.000,00 i.v.
Tutti i diritti sono riservati.  E' vietata la riproduzione anche parziale.